Favola Studio Senese Cesport un «miracolo» senza piscina

0
144
Iscrizioni Pallanuoto Napoli

Favola Studio Senese Cesport, un «miracolo» senza piscina

Per i miracoli rivolgersi a San Gennaro. Non basta il bastone di Mosè o la bacchetta magica di Harry Potter, men che meno un semplice Bibbidi Bobbidi Boo o il più quotato Abracadabra.

 

Complicato davvero attrezzarsi per i prodigi. Favola Studio Senese Cesport un incantesimo senza piscina. Si approssima l’inizio del campionato di serie A2 per Alessandro Femiano e compagni ma persiste il più classico dei problemi: dove allenarsi? Gialloblù esempio di nomadismo sportivo alla ricerca non di una terra promessa ma di un impianto funzionale in vista della regular season. E allora un po’ qui e un po’ lì, tra centro e periferia, in attesa della riapertura della Scandone. Test con il Big 4 Santa Lucia dedicato a Luciano De Crescenzo e con il Big 6 San Gennaro, in calendario allenamento con la Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno, neopromossa in A1. Dal Molosiglio a Scampia, dopo aver disputato la scorsa stagione a Casoria.

Gli ALLENAMENTI ESEGUITI A SUON DI SACRIFICI E TRASFERTE

Femiano e compagni sono scesi per la prima volta in acqua nella giornata di domenica nel big 4 Santa Lucia contro Posillipo, Canottieri Napoli e Acquachiara: i gialloblù hanno tenuto testa al Posillipo nella semifinale con una grande difesa, nonostante l’assenza di Mattiello, fino al secondo tempo inoltrato portandosi addirittura sul meno uno per poi cedere nettamente il passo ai più forti rossoverdi, vincitori del torneo; meno bene nella finale per il terzo posto con l’Acquachiara, dove la stanchezza si è fatta sentire, rendendo più agevole il compito ai cugini che come la Cesport militeranno nel girone sud della serie A2.

«Siamo un miracolo vivente, conseguire risultati per un club napoletano senza poter disporre di un impianto è un’impresa titanica. Vorremmo, però, essere messi nella condizione, analogamente ad altre società di serie A, di gestire anche un piccolo spazio acqua, per affrontare dignitosamente gli innumerevoli sforzi che la categoria richiede», dichiara il presidente Giuseppe Esposito, che in occasione delle Universiadi 2019 ha collaborato in qualità di responsabile SEL, Logistica Impianti Sportivi Area Napoli e provincia.

 

In attesa dell’arrivo e dell’ufficialità del centroboa bielorusso, aggregati al team allenato da Federico Calvino, subentrato a Paolo Iacovelli, il validissimo portiere Gianluca Cappuccio, il difensore d’esperienza Mimmo Mattiello (il suo un ritorno in calottina gialloblù), l’attaccante Giuseppe Barberisi, il difensore Ciro Centanni, entrambi provenienti dall’Acquachiara, con le conferme di Carlo Simonetti e Dario D’Antonio. In uscita, invece, Fabrizio Buonocore e Giacomo Saviano, accasatisi alla Tgroup Arechi, e il mancino Luigi Di Costanzo, rientrato alla Canottieri Napoli. «Il mio vuole essere un appello a tutte le istituzioni, affinché non trascurino la realtà Cesport», conclude Esposito. A breve saranno diramati i calendari e la composizione del girone Sud. Unica certezza il fischio d’inizio il 16 novembre.

 

 

 


LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui